2 in 2 giorni

Chiuso il 2018 con 69 interventi, il 2019 è cominciato, purtroppo, con già due interventi.

Due in due giorni: uno sabato nel tardo pomeriggio nei pressi di Malga Ortigara, sul Monte Baldo e uno ieri, domenica 13 gennaio, verso le 14, poco distante dal primo, sulla strada che da località Due Pozze porta al rifugio Fiori del Baldo.

Identica la dinamica: perdita di aderenza su strada forestale a causa del ghiaccio e conseguente caduta. Nel primo caso la scivolata è costata una frattura scomposta di tibia e perone, nel secondo la frattura del perone.

Le strade forestali e i sentieri della nostra provincia sopra la quota di 1000 metri presentano lunghi tratti ghiacciati alternati ad altri in cui il ghiaccio è meno presente. Questo rende molto difficoltoso il procedere e estremamente insidioso. I due incidenti ne sono testimonianza ma siamo a conoscenza di decine di persone che, procedendo senza ramponi (addirittura in scarpe da ginnastica), hanno rischiato di procurarsi danni più o meno gravi.

Raccomandiamo di procedere su tali percorsi con ai piedi sempre i ramponi (più o meno pesanti) anche se può sembrare poco agevole.

Basta un breve tratto ghiacciato per rovinare una gita e costringere a mesi di convalescenza.

Le foto si riferiscono all’intervento di sabato sera

Foto © Enrico Morini – Roberto Morandi – Stazione di Verona CNSAS

img_2809

img_2808

img_1840_01

img_2810