A volte ci vuole anche un po’ di fortuna

Avere la fortuna di essere in una zona con copertura telefonica e, per di più, con traffico dati disponibile, a volte, può fare la differenza!

L’ha sperimentato direttamente ieri pomeriggio S.C., 37enne in vacanza a Vestenanova che ha smarrito il sentiero mentre compiva una breve escursione sui monti veronesi.

Ad un certo punto, infatti, si è accorta di aver perso l’orientamento e di non essere più in grado né di proseguire né di tornare sui propri passi.

Fortunatamente, nel punto in cui si trovava, il cellulare non solo era in grado di effettuare chiamate ma anche di trasmettere dati. La malcapitata ha quindi chiamato il comune di Vestenanova che ha allertato il Soccorso Alpino. In brevissimo tempo, grazie ad un’applicazione in uso allo stesso Soccorso, è stato possibile geolocalizzare la persona. Una squadra di 4 persone, coordinatasi con la Centrale Operativa del 118 di Verona, è  quindi partita per raggiungerla. Il recupero, che ha visto sul posto la collaborazione dei carabinieri di San Giovanni Ilarione e di Crespadoro, non ha presentato alcuna difficoltà. Per S. solo un grande spavento e una passeggiata rovinata.

Non ci stanchiamo di raccomandare la massima prudenza e di non abbandonare mai i sentieri segnati. Eventuali tracce presenti nei boschi non sempre portano a destinazione. Anzi, spesso concorrono alla perdita di orientamento. Solo i sentieri contrassegnati con i segnavia ufficiali garantiscono la corretta direzione di percorrenza. Ricordiamo, inoltre, che eventuali segnali blu, presenti spesso nei boschi, non indicano assolutamente la presenza di sentieri segnati.

Foto © Roberto Morandi – Archivio CNSAS Stazione di Verona

IMG_7822

IMG_7826