Altri due interventi in due giorni

Due caviglie rotte in due diversi episodi accaduti a distanza di un giorno uno dall’altro.

Il primo intervento è successo nel pomeriggio di venerdì 05 luglio quando una turista tedesca, salita a Trattospino con la funivia di Malcesine-Monte Baldo, scendendo, ha messo il piede in fallo procurandosi un trauma alla caviglia che l’ha costretta a chiamare i soccorsi.

Un volontario, partito da Malcesine, è salito, quindi, con un automezzo fino al punto più alto raggiungibile, in località Prai, e da lì, a piedi, è riuscito ad arrivare dall’infortunata. Nel mentre, una squadra partiva dalla base di Verona e si dirigeva sul luogo dell’infortunio.

Dopo aver immobilizzato la gamba, i tecnici del CNSAS hanno provveduto al trasporto a spalle dell’escursionista fino agli automezzi e quindi fino all’ospedale di Malcesine.

photo-2019-07-05-18-54-12

photo-2019-07-05-18-54-43

photo-2019-07-05-18-54-43-4

photo-2019-07-05-18-54-43-3

photo-2019-07-05-18-54-43-2

Il secondo intervento, oggi domenica 7 luglio, sul sentiero che dal rifugio Turri, sul Monte Baldo, scende a Prada.

Anche in questo caso una semplice scivolata, complici le calzature assolutamente inadatte per il tipo ti terreno, ha causato un forte trauma alla caviglia di un’escursionista veronese.

Il marito della signora ha quindi chiamato la centrale operativa del 118 che ha allertato i tecnici della Stazione. Otto volontari, con due automezzi, si sono avvicinati il più possibile all’infortunata e, proseguendo poi a piedi, l’hanno raggiunta prima del marcato peggioramento meteorologico.

Imbarellata e trasportata a spalle per circa 30 minuti, la malcapitata è stata quindi affidata alle cure del personale della Croce Rossa per essere trasportata all’ospedale di Peschiera.

Non ci stancheremo mai di raccomandare di camminare con calzature dal collo alto e dalla suola ben scolpita. Anche per brevi tragitti.

p1020045

photo-2019-07-07-19-36-15-2

photo-2019-07-07-18-00-23

p1020047

photo-2019-07-07-19-36-15-4

photo-2019-07-07-18-00-25

p1020048

p1020049

p1020050

Foto © Andrea Corradini – Giacomo Zoccatelli – Maurizio Albertini – Roberto Morandi – CNSAS Stazione di Verona