Due interventi in due giorni

Due interventi, uno ieri, sabato 7 marzo e uno oggi, domenica 8, per la Stazione di Verona.

Alle 13.30 di ieri arriva la chiamata da parte della centrale del SUEM 118 per una scialpinista infortunatasi ad un ginocchio presso il rifugio Turri (ex Mondini) sul Monte Baldo. Immediatamente vengono attivati tutti i tecnici della Stazione. Dopo rapido consulto con gli operatori di centrale, il SUEM decide di inviare sul posto l’eliambulanza. Poco dopo però la missione viene abortita per dirottare l’elicottero su un intervento con priorità superiore a Navene, sul Lago di Garda.

Le squadre quindi si organizzano e partono con gli automezzi.

Una squadra parte da Verona con al seguito il carrello con il quad mentre un’altra squadra parte dalla base di Rivoli con l’altro mezzo fuoristrada.

In totale 9 persone arrivano a Prada il più velocemente possibile e, mentre una squadra di 2 persone parte alla volta dell’infortunata con il quad, il resto della squadra sale a piedi, sci a spalle e poi con gli sci ai piedi.

Alle 16.15 la squadra con il quod riesce a raggiungere la sfortunata sciatrice. Nel frattempo, essendo tornato operativo l’elicottero, la Centrale decide di inviarlo sul posto dell’infortunio. Alle 16.30 la paziente, dolorante e infreddolita (nel frattempo il meteo è decisamente cambiato) viene caricata sull’eliambulanza e portata all’ospedale di Peschiera.

IMG_4094

IMG_4097

PHOTO-2020-03-07-21-42-16

PHOTO-2020-03-07-21-24-12 3

PHOTO-2020-03-07-21-42-17 2

IMG_4141

IMG_4144

IMG_4102

IMG_4104

PHOTO-2020-03-07-21-24-11

Oggi il secondo intervento.

Alle 12.15 la chiamata per una persona colpita alla testa da un sasso lungo il sentiero “Del Pellegrino” che da Brentino Belluno porta al santuario di Madonna della Corona.

Un squadra di 5 persone, di cui un medico e un infermiere, raggiunge il Santuario con il mezzo fuoristrada e quindi comincia la discesa a piedi fino all’infortunata, circa 200 metri più in basso.

Prestate le prime cure, in accordo con la Centrale del SUEM 118, la malcapitata viene quindi fatta risalire, accompagnandola, fino al Santuario dove viene affidata al personale dell’ambulanza giunta sul posto.

PHOTO-2020-03-08-14-50-11

PHOTO-2020-03-08-14-50-10

PHOTO-2020-03-08-14-49-24

PHOTO-2020-03-08-14-34-19

Foto Enrico Morini – Albertini Maurizio – Igor Turrini – Roberto Morandi – Stazione di Verona CNSAS