L’infortunato, questa volta, è di pietra!

Questa volta l’intervento, svoltosi il 9 marzo scorso, è di quelli un po’ atipici.

Con un “paziente”, anzi, con dei “pazienti”, diciamo… pietrificati.

Infatti ad essere recuperati, non sono stati degli esseri umani ma alcuni marmi del Ponte Aleardi e del Lungadige Re Teodorico che qualche tempo fa erano finiti in Adige non certo per loro spontanea volontà.

L’intervento, coordinato dagli uffici comunali di Protezione Civile, Lavori Pubblici e Polizia Municipale, ha visto la collaborazione di alcuni volontari della nostra Stazione, della Stazione Speleologica e del Club Subacqueo Scaligero.

Tutti i marmi sono stati recuperati ed ora verranno restaurati e rimessi nella loro sede.

Foto © Marco Semprebon –  Alan de Simone – Lorenzo Manfreda – Stazione di Verona CNSAS

28958389_1484958888281936_7478263030760520704_n

28796148_1484958981615260_4395718415303156191_n

29027199_1484959041615254_7195459676187811187_n

28871939_1484959081615250_2369339815839926863_n

 

2018-03-09-10-18-51

2018-03-09-10-19-01

img_20180309_102417

img_20180309_102103

2018-03-09-10-19-54

2018-03-09-10-24-20

2018-03-09-12-35-10

2018-03-09-12-38-00

2018-03-09-12-38-28

2018-03-09-13-12-05

img_20180309_151400

img_20180309_151406

2018-03-09-15-20-41