“Pronto 118? Presto, il mio compagno è rimasto sepolto sotto una valanga…”

Comincia così, di solito, uno degli interventi più delicati e difficili a cui sono chiamati il personale dell’eliambulanza del 118 e i volontari del Soccorso Alpino. Non c’è un attimo da perdere! Ogni minuto che passa è fondamentale e prezioso. Una vera lotta contro il tempo!

Ed è per addestrarsi a questo tipo di eventi che i volontari dell’XIa Delegazione del Soccorso Alpino in collaborazione con il personale del 118 che svolge i turni sull’eliambulanza, hanno effettuato una tre giorni di esercitazione sulle montagne del vicentino. Tre giorni ridotti poi a due a causa, purtroppo, delle condizioni meteorologiche avverse nel primo giorno che hanno impedito all’elicottero di svolgere il programma previsto.

I soccorritori, i piloti e i tecnici di volo della ditta Inaer, e il personale sanitario hanno simulato le varie fasi di un intervento in valanga: l’arrivo sul posto dell’equipe dell’eliambulanza con il tecnico del Soccorso Alpino che effettua una prima ricerca con l’apparecchio ARTVa, il reperimento del travolto e il successivo disseppellimento, le prime cure da parte del medico e dell’infermiere. Il trasporto in elicottero di ulteriori squadre per la ricerca di eventuali travolti sprovvisti di apparecchi ARTVa. I sondaggi spalla a spalla, la bonifica delle zone della valanga… Il recupero degli infortunati e il loro trasferimento all’ospedale più vicino…. Un lavoro impegnativo sia dal punto di vista fisico che mentale.

Complimenti a chi ha organizzato e preparato un addestramento così complesso!

Ora non resta che sperare che non ci sia mai bisogno di mettere in pratica tutto ciò…

http://www.larena.it/stories/Home/485214_esercitazione_di_ricerca_su_valangacon_il_soccorso_alpino_veronese/

Un grazie particolare a Luca Cortese vice capo stazione della stazione di Recoaro-Valdagno per le fotografie.

Ecco anche un video realizzato da Simone Brazzoli, infermiere del 118, che ringraziamo. https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=BmKKkja0jvY