Più rapidi, più sicuri, più efficaci!

P1090787

Nuovo arrivo in Stazione di Verona.

Dopo 28 anni di scorribande per le strade montane e non della Provincia, lo storico fuoristrada Mitsubishi L300 va in pensione. Al suo posto, grazie ad un contributo della Protezione Civile della Regione Veneto e del B.I.M. (Bacino Imbrifero Montano dell’Adige) e grazie alla stretta collaborazione con il CAI Verona, è arrivato un nuovo pickup Nissan Navara, allestito di tutto punto e, da ieri, operativo.

E proprio ieri, alla presenza di coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto o che si sono dimostrati particolarmente sensibili alla realtà del Soccorso Alpino veronese, il nuovo automezzo è stato inaugurato con una semplice ma significativa cerimonia che ha visto anche la benedizione impartita, al nuovo mezzo e a tutti i presenti, da don Andrea Furioni.

Oltre a numerosi volontari della Stazione, erano presenti Massimo Zanga, vice sindaco del Comune di Brentino Belluno e vice presidente del B.I.M. dell’Adige al quale va tutta la nostra riconoscenza per il contributo elargito, Davide Quarella, sindaco di Pescantina, Marco Padovani, assessore alla Protezione Civile del Comune di Verona, Antonio Guerreschi, presidente del CAI Verona, Marco Manzini coordinatore infermieristico del 118 di Verona, il deputato Diego Zardini e  Elisa Dalle Pezze, presidente della Seconda Circoscrizione, Marco Semprebon, presidente della Consulta di Protezione Civile del Comune di Verona, Damiano Tommasi e socio che gentilmente ci ospitano temporaneamente nelle strutture di loro proprietà.

L’augurio è quello di utilizzare il nuovo fuoristrada il meno possibile.

Ma già ieri, al termine della cerimonia, una squadra è dovuta partire per il recupero di 5 persone in difficoltà, di cui una con un forte trauma al ginocchio, su cima Lobbia (recuperate poi dall’elisoccorso del SUEM 118 di Verona).

Battesimo immediato, quindi!

Ma vediamo nel dettaglio il nuovo mezzo.

E’ un Nissan Navara pickup con copertura Hard Top. Il mezzo monta un motore diesel da 2300cc che eroga una potenza di circa 165 cavalli.
Il fuoristrada ha la possibilità di trasportare fino a 5 persone. Nel vano posteriore è stato installato un pianale di carico estraibile che permette di raggiungere agevolmente e rapidamente tutti i presidi sanitari e alpinistici in dotazione, nonchè le dotazioni personali dei tecnici.
E’ dotato di gancio di traino per il trasporto del quad con il suo carrello.
Tra asse anteriore e posteriore sono stati installati due longaroni laterali di protezione e, dal paraurti anteriore al riduttore del cambio, è stata posizionata una piastra di protezione, il tutto per permetterci di muovere il mezzo anche sui percorsi più impegnativi in tutta sicurezza.
Il mezzo ha la trazione posteriore con possibilità di inserimento delle 4 ruote motrici, 4 ruote motrici ridotte e, nelle peggiori condizioni, ha a disposizione il blocco del differenziale posteriore e l’assistenza alla discesa.
La livrea è quella ufficiale del CNSAS con dispositivi luminosi a led frontali, superiori e posteriori, sirena bitonale da soccorso.
Il Nissan Navara monta 3 antenne: la prima collegata ad una radio specifica con frequenza CNSAS, una specifica con frequenze SUEM ed una collegata ad un ponte radio mobile da utilizzare per garantire le comunicazioni tra la squadra e la base operativa, nonchè con la Centrale di Verona Emergenza nelle zone più difficili della provincia.

Foto © Roberto Morandi – CNSAS – Stazione di Verona

P1090788

P1090789

P1090795

P1090792

P1090798

P1090799

P1090815

P1090811

P1090822

P1090828

P1090832

P1090834